mercoledì 13 agosto 2014

Vedo la Donna Saggia

Vedo la donna saggia.
Indossa un mantello di compassione.
Indossa una veste di saggezza.
Intorno al suo collo, un velo si agita in mutevoli forme.
Dalle sue spalle un manto di potere che scorre.
Un nastro di storia intorno alla sua fronte.
Lei cuce una trapunta; trasforma le fibre in filo; lei lavora a maglia; lei cuce;lei tesse.
Lega i fili delle nostre vite. Tesse una rete di fili a spirale.
Vedo la donna saggia.
Lei è il suo telaio: telaio deformato dai giorni e dalle notti.
Filo bianco, filo nero, accolgono la sua spoletta volante, una navetta di fili di diversi colori dei popoli della terra.
Alcuni fili sono corti; alcuni un po' più lunghi; ogni filo è diverso, ognuno è perfetto.
Questi fili sono vivi con suoni e colori.
Questi fili sono mutabili; cambiano con un tocco.
Questi fili sono antenne di cristallo; cambiano con un solo pensiero.
E intreccia con ogni filo, un filo rosso di sangue: un filo di tale sensibilità che non può essere visto, però custodisce tanta vitalità che non può essere mai realmente nascosto.
Proprio come scorre il nostro sangue sopra e sotto i giorni e le notti della nostra vita e unisce ogni momento alla totalità del tempo,questo è il filo della donna saggia che unisce ogni nostra vita alla rete cosmica.
Vedo la donna saggia.
E lei mi vede.


- Susun Weed -

Nessun commento:

Posta un commento